Ricerca

L’Istituto Svizzero offre una piattaforma di scambio che collega la comunità scientifica svizzera sia con l’Italia che a livello internazionale.

Nel campo della scienza, l’Istituto Svizzero promuove lo scambio tra le istituzioni svizzere e italiane, organizza ed ospita conferenze e seminari scientifici ed offre un centro di eccellenza per la ricerca indipendente nel contesto romano ed italiano. L’Istituto dà inoltre l’opportunità a giovani ricercatori, provenienti dall’università o da istituti di istruzione superiore, di sviluppare i propri progetti di ricerca e di creare contatti e reti di conoscenze con il mondo accademico e scientifico, unitamente alla diffusione della propria ricerca in Italia.

Villa Maraini, con la sua posizione centrale nella capitale, offre il terreno ideale per queste attività.  Roma è una città vivace, circondata da università ed istituti, insieme ad istituzioni accademiche e culturali. L’unicità di Roma è insita nella rete di connessioni che si estende al di là della singola realtà italiana, raggiungendo tutte le istituzioni accademiche internazionali presenti sul territorio, creando una comunità ampia e piena di risorse.

In aggiunta, Villa Maraini offre sale conferenze adeguate ad ospitare eventi di diverse dimensioni e formati, fornite delle attrezzature e del personale necessario per una corretta configurazione della conferenza.

L’Istituto Svizzero offre anche, in via eccezionale e a determinate condizioni, soggiorni di una o due settimane per i ricercatori che necessitino di svolgere ricerca o collaborare a progetti nella capitale italiana.

In sintesi, le varie piattaforme di ricerca includono:

Collaborazioni

Summer School

Senior Fellowships

Residenze

Altri soggiorni di ricerca

Pubblicazioni

Biblioteca

Collaborazioni
L’Istituto Svizzero organizza ed ospita conferenze scientifiche e seminari in collaborazione con istituzioni italiane e svizzere. Roma, in particolare, offre una vasta gamma di possibili collaborazioni di alto profilo – siano esse istituzioni locali italiane o rappresentanze accademiche di numerosi paesi presenti nella capitale italiana.
Maggiori informazioni

Summer School
L’Istituto Svizzero ospita a Villa Maraini, per una settimana durante l’estate, ricercatori dalle università e dagli istituti di istruzione superiore, selezionati con un bando. La domanda per le Summer School deve riguardare un progetto multidisciplinare e/o tematicamente collegato al patrimonio culturale di Roma, con particolare attenzione alle scienze umane o sociali, all’architettura e alle arti.

Le collaborazioni con i partner delle istituzioni italiane sono altamente raccomandate. Il bando per presentare i progetti viene lanciato ogni anno a settembre con la scadenza fissata a dicembre; il periodo di permanenza a Villa Maraini è luglio-agosto.

Summer schools 2018

RRR – Roma, Riuso e Restauro
08.07.2018–14.07.2018
A project by Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana (USI)
Organised by Prof. Sergio Bettini, Carla Mazzarelli, Daniela Mondini, Christoph Frank

Observation Practices and Methods
16.07-2018 – 20.07.2018
A project by HEAD – Haute Ecole d’Art et Design in Geneva
Organised by Christophe Kihm, in collaboration with La Manufacture, Lausanne

Building, Film, and Tourism in Post-War Rome
Rome
22.07.2018–29.07.2018
A project by ETH – Zürich
Organised by Lukas Ingold, Jacqueline Maurer and Davide Spina

Time, Time, Time: Science, Art & Philosophy
Rome
27.08.2018–01.09.2018
A project by Università della Svizzera italiana (USI) – Lugano and University of Geneva
Organised by Claudio Calosi, Fabrice Correia, Kevin Mulligan, Christian Wüthrich

Rome en Capitales. Typographie et architecture rationaliste
Rome
03.09.2018 – 08.09.2018
A project by ECAL – Ecole cantonale d’art de Lausanne
Organised by Matthieu Cortat (ECAL), Davide Fornari (ECAL), in collaboration with Jonathan Pierini (ISIA, Urbino)

Senior Fellowships
Esclusivamente su invito l’Istituto Svizzero ospita in residenza a Roma ricercatori e artisti affermati per dei progetti connessi all’Italia o all’interdisciplinarità. Le personalità invitate potranno risiedere presso l’istituto per dei periodi che vanno da uno a tre mesi. In cambio dell’ospitalità, ci si aspetta da parte loro uno scambio attivo con i giovani residenti del programma Roma Calling.

Senior Fellow 2018/2019

Residenze
L’Istituto Svizzero indice nuovi bandi ogni anno per i suoi programmi di residenza. Fornendo una stanza e un luogo di lavoro, l’Istituto offre ai giovani scienziati e artisti l’opportunità di promuovere la loro carriera in Italia, creando e sviluppando reti e collaborazioni tra le scene accademiche e artistiche della Svizzera e dell’Italia e promuovendo l’istruzione, la ricerca, l’innovazione e la creazione artistica svizzere in Italia.

 

Altri soggiorni di ricerca
Per i ricercatori e gli artisti che vogliano svolgere ricerche o sviluppare progetti di collaborazione nella capitale italiana è eccezionalmente previsto, a determinate condizioni, un soggiorno di ricerca della durata di una o due settimane.

È concesso in base alle disponibilità e subordinato alla valutazione di una richiesta documentata (progetto, CV, contatti e collaborazioni a Roma ecc.), che dovrà pervenire all’istituto non più di due mesi prima delle date richieste al seguente indirizzo di posta elettronica: soggiorni_roma@istitutosvizzero.it

Pubblicazioni
Le attività scientifiche sono spesso accompagnate da pubblicazioni: testi per ulteriori studi e atti di convegni.

A partire dal 1954 l’Istituto Svizzero ha pubblicato una serie di lavori su temi specialistici relativi a studi di ricerca avviati o conclusi a Roma che sono raccolte nella collana Bibliotheca Helvetica Romana, edito da Schwabe, Basel.

La sezione pubblicazione è attualmente in costruzione. Per qualsiasi domanda si prega di inviare una e-mail a: biblioteca@istitutosvizzero.it.

Biblioteca
Composta da oltre 45.000 volumi e pubblicazioni, la biblioteca dell’Istituto Svizzero mette a disposizione dei ricercatori una grande collezione di opere su archeologia, filologia classica, storia, storia dell’arte e letteratura. Fondata nel 1948 per includere i lasciti dell’artista Adolf Holzer e di Carolina Maraini-Sommaruga – proprietaria di Villa Maraini – la biblioteca è cresciuta fino a comprende oggi libri dei principali editori svizzeri in aggiunta alle donazioni di professori e accademici, in particolare di François Lasserre e Hanno Helbling.