ITA
< Indietro

Esperimento Europa: una collocazione

Roma 25 01 - 21 06

<p align='right'>
	<span style='font-size: x-small;'>Particolare dell'istallazione di Vlady, Outdoor Festival 2016, Roma</span><span style='font-size: x-small;'>. Foto: Marion Tampon-Lajarriette</span></p>
<p align='right'>
	<span style='font-size: x-small;'>Particolare dell'istallazione di Vlady, Outdoor Festival 2016, Roma</span><span style='font-size: x-small;'>. Foto: Marion Tampon-Lajarriette</span></p>

Particolare dell'istallazione di Vlady, Outdoor Festival 2016, Roma. Foto: Marion Tampon-Lajarriette

L’Europa sta vivendo una crisi composita, a un tempo finanziaria, economica, e di legittimità democratica delle sue istituzioni. È attraversata da nazionalismi montanti, ondate migratorie, terrorismo, questi almeno sono i temi cardinali che scandiscono una diagnosi diffusa e condivisa. Per una «Europa in trappola» (Offe 2016) non sembrano esserci facili soluzioni, tanto più che gli interessi nazionali, politici ed economici tendono a divergere. Quale importanza riveste ancora, in questo contesto, l’Esperimento Europa? Il progetto politico per un’Europa unita che vada al di là del mercato unico e dell’unione monetaria è arrivato a un punto di rottura?

Tali questioni animano un programma di convegni che vede la partecipazione di personalità di lungo corso della politica, dell’economia, del mondo accademico, e del pubblico interessato. Un programma culturale, che comprende cinema, letteratura e arte, accompagna i rispettivi convegni. A 60 anni dalla sottoscrizione di Trattati di Roma, base dell’attuale Unione Europea, e a 25 anni dallo storico «No» della Svizzera all’ingresso nella Unione Economica Europea, base per un rapporto bilaterale alternativo, l’Istituto Svizzero di Roma presenta cinque appuntamenti per affrontare i seguenti ambiti tematici: Guerra e Pace (1), Democrazie (2), Orizzonti della formazione (3), Welfare state (4), Migrazioni (5).
Il ciclo di convegni si svolge presso la sede dell’Istituto Svizzero a Roma, Villa Maraini, e vede la collaborazione di diversi partner svizzeri, italiani ed europei.

 
Programma
 
25 gennaio 2017
Guerra e Pace: sull’Europa attuale
 
9 marzo 2017
Democrazie: tra Stati nazionali e Costituzione europea
 
6 aprile 2017
Nel segno dell'apertura? Formazione, ricerca e innovazione alla prova del presente
 
maggio 2017
Farewell to Welfare? Contesti, Stati, Politiche
 
7-8 giugno 2017
Migrazioni, Confini, Prospettive
 


Istituzioni partner:
Europa Institut an der Universität Zürich
Europa Institut, Universität Basel
Ambasciata Svizzera in Italia, Roma
Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche, Sapienza Università di Roma
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT – Europe for Citizens)