ITA
< Indietro

Cinema e politica: una storia svizzera?

Roma 08 06

Programma di proiezioni

L'Istituto Svizzero di Roma presenta due film documentari che delineano due ritratti originali e sottili di altrettante figure contrastanti della società svizzera, agli antipodi della scena politica. Una serata imperdibile per parlare di cinema e politica.
Jean-Stéphane Bron, documentarista pluripremiato (Cleveland contro Wall Street), con L'expérience Blocher firma un film straordinario su un uomo di potere, cercando di comprendere una persona di cui non condivide nè le idee nè le convinzioni. Un film raro, intelligente, rivendicato come "film politico" che rivela, oltre al personaggio controverso, anche il funzionamento e le zone d'ombra della società svizzera di oggi.
Nicolas Wadimoff, regista impegnato, realizza un ritratto inedito del sociologo svizzero Jean Ziegler, marxista indignato e infaticabile anti-capitalista. Presentato fuori concorso al Festival di Locarno nel 2016, il film mette in luce con tutto il linguaggio del cinema la combattività di un personaggio atipico, un uomo intransigente che non ha abbandonato nè la lotta nè la speranza di un mondo migliore, e a 83 anni mantiene intatte le convinzioni della sua giovinezza.
Le proiezioni saranno introdotte da Joëlle Comé (Istituto Svizzero di Roma) e Simon Pidoux, capo della sezione Affari Economici, Finanziari e Politiche settoriali dell’Ambasciata Svizzera in Italia.


Programma

ore 18.30 - proiezione di
L'expérience Blocher (L'esperienza Blocher)
100', Svizzera/Francia, 2013 - (V.O. sottotitoli in inglese)
Regia di Jean-Stéphane Bron

Sinossi
Il film racconta la storia del più controverso leader politico svizzero attraverso un anno di interviste esclusive e di accesso alla sua vita privata. 
Autunno 2011: Christoph Blocher è in piena campagna elettorale, al lavoro per ottenere la vittoria del suo partito UDC, che alla fine riceverà quasi un terzo dei voti. Per il regista Jean-Stéphane Bron, che lo accompagna, la sua automobile è un punto di osservazione privilegiato per svelare i diversi aspetti della vita di Blocher - i suoi trionfi, i suoi metodi e i suoi segreti. Come ha potuto il figlio di un pastore diventare un imprenditore di successo con una fortuna colossale, oltre che uno degli uomini più potenti della Svizzera?
Una parabola politica e una riflessione su un paese, L'expèrience Blocher traccia il ritratto di un uomo che ha radicalmente trasformato la politica elvetica. Il film cattura inoltre lo stato d'animo di un' Europa colpita dalla crisi, in cui crescono nazionalismi e populismi.
Christoph Blocher, nato a Schaffhausen nel 1940, è un politico e imprenditore svizzero. E' il leader storico dell'UDC, partito di destra oggi prima forza politica del paese. Nel 1983 è diventato azionista di maggioranza del gigante mondiale della chimica EMS-Chemie Holding, ruolo che ha ceduto ai quattro figli nell'assumere la carica di Consigliere Federale.
 
Jean-Stéphane Bron
Nato a Losanna nel 1969, Jean-Stéphane Bron si è laureato all'ECAL (Ecole cantonale d’art de Lausanne). Dopo Connu de nos services e La bonne conduite ha realizzato il lungometraggio documentario Mais im Bundeshuus/Le génie helvétique, che ha vinto lo Swiss Film Award nel 2003, e in Svizzera è stato un grande successo al botteghino.
I suoi documentari hanno vinto premi in Europa e negli Stati Uniti, tra cui l'Original Vision Prize del New York Times. Il suo quarto lungometraggio, Cleveland contro Wall Street, è stato proiettato al Festival di Cannes 2010 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs. Nominato per il premio francese César, il film ha vinto il Quartz come miglior documentario ai Swiss Film Awards del 2011. Bron è co-fondatore della casa di produzione Bande à part Films, insieme a Ursula Meier, Lionel Baier e Frédéric Mermoud.
 
______

 
ore 20.30 - proiezione di
Jean Ziegler, l'optimisme de la volonté (Jean Ziegler, l'ottimismo della volontà)
93', Svizzera, 2016 - (V.O. sottotitoli in italiano)
Regia di Nicolas Wadimoff

Sinossi
Nel 1964, Ernesto Che Guevara chiese al giovane Jean Ziegler di restare in Svizzera per combattere dall’interno del «cervello del Mostro capitalista». Successivamente, in qualità di scrittore, professore, deputato e collaboratore di Kofi Annan, Ziegler, con i suoi libri e i suoi discorsi, non ha mai smesso di fustigare le ingiustizie, il potere delle oligarchie capitaliste e i responsabili della fame nel mondo. All’età di 83 anni, mentre i suoi libri si vendono in tutto il mondo, si batte ancora dentro l’ONU per onorare la promessa fatta al Che...
Jean Ziegler (1934) è un sociologo e politico svizzero, autore di numerosi saggi sui temi della povertà e sugli abusi e i difetti dei sistemi finanziari internazionali. Consigliere comunale socialista a Ginevra per un breve periodo e poi parlamentare per 18 anni presso il Parlamento Federale elvetico, nel 2000 è stato nominato Relatore speciale sul diritto all'alimentazione per il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Per le sue attività e pubblicazioni ha ricevuto numerose onorificenze e premi.
 
Nicolas Wadimoff  
Nicolas Wadimoff (Ginevra, 1964) ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Don Quijote a Locarno. Successivamente ha firmato diversi film sia documentari che di fiction- Kadogo (2002), L'accord (2005), Aisheen-Still Alive in Gaza (2010) premiato alla Berlinale. Nel 2012 realizza il film di fiction Opération Libertad (2012) selezionato alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes, seguito da due documentari: Chasseurs de crimes (2013), e Spartiates (2014) che ha ricevuto il prestigioso Prix de Soleure.