ITA
< Indietro

Renzo Ferrari. Dal presente al presente-futuro

05 10 - 28 10

Milano_arti
Mostra a cura di Domenico Lucchini

Renzo Ferrari (*1939, Cadro) si forma alla fine degli anni '50 a Milano, dove frequenta l'Accademia di Brera. Nella capitale lombarda continua a vivere una volta terminati gli studi, iniziando il suo percorso espositivo con una mostra presso la galleria delle Ore che, con la galleria Bergamini, gli confermeranno ripetutamente il loro interesse nel tempo. Tra i riconoscimenti importanti si segnalano il Premio Diomira per il disegno e Premio Feltrinelli per la pittura.

Ferrari, sempre seguito con interesse dalla critica attenta alle manifestazioni artistiche di spessore esistenziale (De Micheli, Bruno, Tassi, Del Giudice, Sanesi, Quintavalle, Crespi, Testori, Schönenberger, Jean Soldini, Elena Pontiggia, Francesco Porzio), ha presentato il suo lavoro con regolarità in spazi espositivi in Ticino e in Italia, dove negli anni '80 ha partecipato anche a importanti mostre collettive di taglio generazionale: L'opera dipinta 1960 -1980 (1982) e Le strade: dieci pittori a Milano (1989) presso il Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell'Università di Parma; Il segno della pittura e della scultura (1983) e Geografie dell'informale (1987) alla Permanente di Milano.

“Ora, nelle opere ultime, esposte in questa mostra, sembra configurarsi un andamento risolutamente spostato nei confronti del fare precedente. Come se un sogno in qualche modo sinora tenuto stretto a sé, mai lasciato interamente libero, iniziasse a concretizzarsi, un sogno pregno di futuro e di lievità e di luce….” (Giancarlo Majorino)


Catalogo "Renzo Ferrari. Opere su carta" Edizioni Sottoscala, Belllinzona.

Renzo Ferrari. Sacrificio apfel, 2004
olio su carta - 29,5 x 42



Giovedì 26 ottobre 2006
ore 18.00

Proiezione del film
Walker. Renzo Ferrari (2004, 33')

Sceneggiatura e regia: Villi Hermann con Renzo Ferrari e Francesco Porzio.
Musica: Christian Gilardi flauti e programming; Zeno Gabaglio violoncello e live electronic (Altrisuoni)

Il film su Renzo Ferrari non è una biografia, ma una sorta di “spia biografica”, fatta d’indizi scoperti all’interno dei suoi quadri. Il regista mostra il suo punto di vista, un racconto di fiction, un viaggio biografico attraverso la sua pittura, i luoghi milanesi dove vive l’artista, il suo atelier e i piccoli disegni del suo taccuino, le annotazioni del suo diario...


Accompagnamento musicale dal vivo di Les Fleurs, Christian Gilardi e Zeno Gabaglio.